testamento pubblico

Una visione di insieme sul testamento pubblico

L’eredità è sempre motivo di contestazioni e malumori fra gli eredi che spesso, danno più valore ai soldi che alla perdita di un caro. Onde evitare suddette divergenze e litigi, il testatore può scegliere di affidare le proprie volontà ad un testamento pubblico. Vedremo nel seguente articolo quali sono i punti chiavi ed i vantaggi di questa opzione testamentaria.

 

Cosa serve per redigere un testamento pubblico?

I requisiti per redigere un testamento pubblico sono molto semplici, un notaio e due testimoni ed ovviamente un testatore capace di intendere e volere. Quest’ ultimo detterà le proprie volontà, in presenza dei testimoni, al notaio il quale provvederà alla trascrizione e alla successiva lettura di verifica. Il testamento verrà quindi firmato dal testatore e sarà a completa disposizione di chiunque desideri consultarlo. Il documento dovrà riportare altresì la data, l’ora e il luogo in cui è stato redatto.

Qualora il testatore fosse impossibilitato a firmare, è possibile rendere comunque valido il testamento pubblico con le modalità previste dalla legge che impongono al notaio di verificare l’effettiva identità del testatore e la sua reale capacità di esprimere la propria volontà.

 

I vantaggi

Il testamento pubblico presenta diversi vantaggi che lo rendono particolarmente sicuro. In primis vi è la massima affidabilità giuridica dei suoi contenuti poichè formulati spontaneamente dal testatore di fronte ad un esperto di legge. Può essere adottato da tutti, anche da coloro impossibilitati a scrivere, ed in fine garantisce la reale volontà del testatore che deve essere sottoposta a verifica per legge.

Insomma se desiderate mettere in sicurezza le vostre volontà e fare in modo che esse siano inoppugnabili dai vostri eredi, questo è sicuramente il metodo migliore. Affidatevi ad un notaio di fiducia cos’ che egli possa offrirvi tutti i suggerimenti del caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *